L’alternativa e il piede in due scarpe / ancora sulla sinistra

Sono da tempo fra quelle persone che sognano una sinistra e non quattro o cinque (https://lavandaia.wordpress.com/2016/12/10/lerrore-di-sognare-una-sinistra-non-tre-o-quattro/) quindi, pur sbalordita, ho accolto con interesse che uno dei quattro appuntamenti partoriti dalla sinistra in Italia dopo la vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre, quello dell’11 dicembre a Roma, si sia concluso mettendo per iscritto (https://ricominciamodalnoi.wordpress.com/)  l’intenzione di continuare il percorso di “politica in comune” insieme a un altro di questi appuntamenti, quello di domenica 18 dicembre a Bologna.

Quindi sono andata a studiarmi le parole d’ordine di questo secondo appuntamento (“Costruiamo l’alternativa”) e l’elenco dei partecipanti (http://www.coalizionecivica.it/appuntamenti/costruiamo-lalternativa-assemblea-a-bologna/). Ho trovato che la parola “alternativa” qui è intesa nella seconda accezione del suo significato (http://www.garzantilinguistica.it/ricerca/?q=alternativa – “rapporto tra due proposizioni che si escludono reciprocamente”, dove si immagina che una proposizione sia l’alleanza con il Pd alla quale pensa Giuliano Pisapia in modo strutturale e l’altra proposizione sia la cosiddetta sinistra, appunto, alternativa al Pd). Ho trovato però anche che la lista dei partecipanti è invece molto più vicino alla prima accezione di alternativa (“una fra le possibili soluzioni”), visto che contiene senza alcuna spiegazione politica, in un elenco senza soluzione di continuità, anche due consiglieri regionali di Sel che siedono con il Pd nella maggioranza alla guida della Regione Emilia-Romagna.

E’ vero che sono contro i frazionismi, ma sono soprattutto, sempre, a favore della chiarezza. Per dirla con Tomaso Montanari: “Quale futuro può avere una sinistra che dia per scontata la sua alleanza con un simile partito? La vera sfida è costruire una forza che ambisca a diminuire la diseguaglianza, e non la democrazia”. Per me la riflessione di domenica 18 dovrebbe cominciare a partire da questo scritto, che disambigua molti significati: http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=26886 E no, non sono comunista, ma penso, per dirla ancora con Montanari, che oggi “è necessario un nuovo radicalismo democratico”.

Soprattutto mi chiedo: che alternativa è se si tiene il piede in due scarpe e una lasciamo che la muova il Pd senza metterne in discussione neanche un pezzetto? Non dico che non bisogna confrontarsi con Pisapia o altri governisti di Sel-col-Pd, come i due consiglieri regionali emiliani, ma accettarli acriticamente come compagni di strada, senza pretendere che si oppongano al Pd, è peggio che confrontarsi con quegli esponenti Pd che contrastano il renzismo e le sue politiche: questi ultimi nel “Partito” aprono contraddizioni in cui la sinistra alternativa (*) può incunearsi, i governisti di Sel invece le contraddizioni le tacciono.

(*) – seconda accezione!! : ))))

Nota – Ho scritto sabato 17 dicembre 2016, giorno in cui Sel ha sancito pubblicamente il proprio scioglimento, deciso dall’alto con richieste alle segreterie locali di aderire. Quasi tutta Sel è confluita nel (nascente?) partito della Sinistra Italiana-SI senza dirimere la sua principale contraddizione interna: il rapporto più o meno vicino al Pd. In SI sono confluiti più limpidamente anche alcuni politici fuoriusciti dal Pd in opposizione al renzismo, come Fassina, ma è da vedere quanto il loro peso politico riuscirà a dirimere il principale “vizio” di Sel traslocato tutto in SI.

Annunci

Pubblicato da

lavandaia

Giornalista. Nata a Roma nel 1963. Vivo e lavoro a Bologna. Qui le opinioni sono mie o esplicitamente attribuite. - @GiuliSeno on Twitter ma soprattutto Giulia Seno on facebook (non mi sgridate)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...